Síguenos en Twitter     Síguenos en Facebook     Síguenos en Google+     Síguenos en YouTube     Siguenos en Linkedin     Correo Grupsagessa     Gmail     Yahoo Mail     Dropbox     Instagram     Pinterest     Slack     Google Drive     Reddit     StumbleUpon     Print

SOBRE EL AUTOR **

Mi foto
FACP. Colegio de médicos de Tarragona Nº 4305520 / fgcapriles@gmail.com

WORLD EMERGENCY MEDICINE SOCIETIES

iSepsis – Understanding Lactate

Buscar en contenido

Contenido:

miércoles, 18 de mayo de 2016

Facciamo un puff?

EMpills - May 16, 2016
"A volte ci sono piccoli particolari della nostra pratica clinica a cui non poniamo grande attenzione e che sono determinati fondamentalmente da abitudine; sembrano banali, ma ad uno guardo più approfondito mostrano sfaccettature interessanti.
Una di queste “banalità” è nata durante la revisione dei nostri protocolli infermieristici di centrale (non ditelo all’Ordine di Bologna!!!). Nel rileggere il protocollo di gestione dell’asma ho notato che la dose di beta-2 agonista da somministrare veniva sempre espressa in puff, mentre io in ambulanza ho sempre usato l’aerosol; ho scoperto così che il mio primario è un grande sostenitore del puff, che considera più efficace della somministrazione in aerosol. Così mi è venuto naturale chiedermi… ci sarà una differenza?...
Ventolin-evohaler-100-mcga84e60e0-6259-4020-b226-9faa000a219e
Possiamo concludere dunque che le ormai “storiche” mascherine per aerosol abbiano ancora un ruolo importante sia nei Pronto Soccorsi sia nelle ambulanze nella gestione delle crisi asmatiche più gravi, e che negli asmatici che non rispondo alla terapia con beta-2 agonisti somministrata con puff valga la pena di fare un tentativo per aerosol prima di passare alla terapia endovenosa."